Author: admin

Le Torte di Giada su Rai1

Televisori accesi: Le torte di Giada arrivano su Rai 1

La cake designer bresciana arriva in tv con un tutorial sulla pasta di mandorle.

Brescia si conferma un’eccellenza anche in campo culinario. E i dolci sono uno dei fronti in cui la Leonessa pare cavarsela meglio. Oltre a Iginio Massari, infatti, uno dei nomi decisamente in ascesa – negli ultimi anni – è quello di Giada Farina.

Il cognome (che pure pare decisamente in tema) è probabilmente sconosciuto ai più. Ma se parliamo de Le torte di Giada difficilmente ci sarà un bresciano che non ne ha mai sentito parlare, che non le ha assaggiate o che non ha partecipato a uno dei suoi corsi.

Ora, però, la creatività di Giada è uscita dai confini di Brescia. Domani (martedì) mattina, infatti, Giada sarà ospite del programma “Buono a sapersi” (conduttrice nota alle cronache anche per essere stata la ex del leader leghista Matteo Salvini) e metterà in scena un veloce tutorial per illustrare agli spettatori uno dei possibili utilizzi della pasta di mandorle.

L’appuntamento è su Rai 1 alle 11. Telecomandi alla mano!

fonte: BSNEWS

Accademia di pasticceria con Giada Farina

Torna l’accademia di pasticceria con Giada Farina, il corso è adatto a ragazzi dai 7 ai 12 anni, si cucina per davvero con utilizzo di forni, abbattitori, planetarie ecc..

PER ISCRIZIONI 3403745199 anche su whatsapp

Costo di ogni lezione € 45 della durata di 2 ore circa

Date e Programma

6 maggio 2017:  Cookie
20 maggio 2017 : Cupcake con frosting
10 giugno 2017  : Plumcake (bambini dai 7/9 anni), Pin Apple Cake (bambini dai 10/12 anni)

Ogni partecipante riceverà l’occorrente per la lezione e un pratico zainetto contenente grembiule, cappello, ecc..

Le lezioni si terranno presso la sede de Le Torte di Giada a Calcinato (BS) via Petrarca 7

Regolamento:
Al fine di garantire la qualità della formazione, i corsi e le attività proposte sono a numero chiuso.
ll partecipante si impegna a frequentare il corso con correttezza e impegno al fine di non disturbare o danneggiare la sede operativa e l’impegno degli altri partecipanti. Inoltre, il partecipante si farà responsabile delle attrezzature didattiche fornite, siano essi supporti didattici non previsti nel costo del corso, mobilio, computer, locali igienici e sanitari e quanto messo a disposizione. Il materiale didattico, previsto nel costo del corso scelto, verrà consegnato di volta in volta a discrezione del docente e delle effettive necessità didattiche. Il grembiule, la dispensa e gli ingredienti sono compresi nel costo del corso.

Read the latest car news and check out newest photos, articles, and more from the Car and Driver Blog.

Torte di Giada e Alvaro Soler

Dopo il concerto tenuto al Fabrique di Milano sabato 2 febbraio, Alvaro Soler e il gruppo dei Soul System hanno festeggiato il sold-out con i nostri fantastici cupcake!

Free BeTheme WordPress Theme is the best product we ever did.

Giada e Cristina: una torta per due

Un pomeriggio con la famosa cake designer Giada Farina per apprendere le tecniche e i segreti del bravo pasticciere. È il regalo ricevuto da Cristina Faletti, 22 anni di Palazzolo, impegata, vincitrice dello speciale del Giornale di Brescia «Vivi dolce express» nell’ambito di «Chef per una notte».

La giovane, che ha presentato on line al giudizio della qualificata giuria di qualità, una gustosissima «Sbriciolata alla frutta», ha sbaragliato gli altri trentotto concorrenti per aver rispettato tutti i criteri inseriti nel regolamento. Il suo, infatti, è stato eletto il miglior dolce veloce (15 minuti per la preparazione), buono e «giusto», ovvero più vicino alla filosofia dello sponsor Coop che mira a proporre linee di prodotti biologici, equosolidali e provenienti dai territori liberati dalla mafia.
In aula. A Cast Alimenti – la scuola dei mestieri del gusto di via Serenessima e diretta da Vittorio Santoro – Cristina, affiancata da Giada, ha preparato la sua sbriciolata (dimostrando capacità e dimestichezza in cucina) per essere portata all’assaggio dei docenti della scuola, lo chef Riccardo Maffioli e il pasticcere Gabriele Bozio e del giornalista Gianfranco Bertoli, componente la giuria.
Il giudizio. Giudizio favorevole e unanime: torta gustosa, buona, ben preparata e ben cotta. Insomma, vittoria con lode per Cristina. Giada Farina, per l’occasione, non solo ha affiancato la vincitrice nella preparazione della sbriciolata alla frutta, ma ha proposto una «variazione sul tema» sfornando una torta, con gli stessi ingredienti base scelti da Cristina, modificando però la farcitura: anzichè mele, prugne secche e confettura ai frutti di bosco, la scelta è andata su mango, passion fruit e marmellata di arance.

«Ho voluto rendere il dolce più estivo e frizzante – ha detto Giada – perché questa ricetta può essere davvero variata in base alla stagionalità».
La premiazione. A premiare Cristina anche il direttore del Giornale di Brescia e di Teletutto, Nunzia Vallini, che ha consegnato alla vincitrice l’abbonamento al GDB digital e i premi Coop (due libri e due biglietti per assistere, a Milano, ad uno spettacolo di Michele Giacobazzi) e gli altri vertici dell’Editoriale Bresciana, il direttore generale Mauro Torri, il direttore commerciale e marketing Mario Pasquero e il direttore vendite Vittorio Lanzani.

Torta con decori di pasta di zucchero

A grande richiesta la Torta di Natale pubblicata su Donna Moderna con passo passo fotografico. Potete utilizzare la stessa base in pan di spagna anche per le torte non ricoperte in pasta di zucchero.

Persone: 12
Ingredienti
q.b. zucchero a velo
700 gr zucchero di canna
500 gr burro
570 gr cioccolato fondente
275 gr farina
10 uova
1 cucchiaio vaniglia estratto alcolico
120 gr panna per dolci
q.b. colorante alimentare
1 vasetto confettura di albicocche
800 gr pasta di zucchero

 

Procedimento

Per la torta di base: 400 g di cioccolato fondente al 70% di cacao
500 g di burro
700 g di zucchero di canna (o 600 g di semolato)
10 uova medie
1 cucchiaio di estratto di vaniglia
275 g di farina
burro e farina per le tortiere
Per la ganache e la farcitura: 1 vasetto di confettura di albicocche
170 g di cioccolato fondente
120 g di panna fresca
Per la decorazione: 800 g circa di pasta di zucchero (si può acquistare nei negozi per pasticcieri o preparare come spiegato sotto)
coloranti alimentari verdi e rossi
zucchero a velo1 Per la torta fate fondere il cioccolato a pezzetti. Raccogliete il burro morbido in una ciotola e lavoratelo con lo zucchero fino a ottenere un composto spumoso; aggiungete un uovo alla volta, continuando a sbattere, poi incorporate il cioccolato, la vaniglia e la farina setacciata.
2 Imburrate 2 tortiere del diametro di 20-22 cm, suddividetevi l’impasto e cuocete in forno a 160° per circa un’ora: si dovrà formare in superficie una leggera crosticina molto fragile al tocco. Sformate le torte, lasciatele raffreddare e tagliatene una a metà in senso orizzontale.
3 Per la ganache portate la panna a ebollizione, versatela sul cioccolato a pezzetti e mescolate fino a ottenere una crema lucente. Lasciate raffreddare per 15 minuti. Capovolgete la torta intera e spalmatevi uno strato di confettura, appoggiatevi metà della seconda torta e spalmate anche questa di confettura; terminate con l’altra metà.
4 Stendete sulla torta la ganache di cioccolato, distribuendola con una spatola su tutta la superficie.
5 Per la decorazione stendete 2 terzi della pasta di zucchero con il matterello allo spessore di 3-4 mm spolverizzando la spianatoia di zucchero a velo.
6 Arrotolate la sfoglia sul matterello e trasferitela sulla torta facendola aderire con il palmo della mano o una spatola, poi tagliate con un coltellino la pasta in eccesso.
7 Amalgamate il colorante verde a una parte della pasta di zucchero rimasta, stendetela e con gli appositi stampini ritagliate le foglie del pungitopo (o altre forme a piacere).
8 Amalgamate alla restante pasta il colorante rosso: se volete ottenere un colore il più possibile uniforme rimpastatela e torcetela a più riprese. Prelevatene tanti pezzettini e formate delle palline.
9 Stendete il resto della pasta rossa e ricavatene 2 strisce alte 5-6 cm, una un po’ più lunga del diametro della torta, l’altra circa la metà. Pinzate la striscia più corta al centro e alle estremità che ripiegherete per ottenere un fiocco.
10 Incollate i decori di foglie e palline rosse sulla torta con una punta di gelatina di frutta o sciroppo di zucchero avvolgete attorno ai bordi il nastro e guarnite con il fiocco.
11 Con la punta di un coltellino o l’apposito utensile sistemate e fate aderire bene i decori alla superficie.

I vincitori speciali di Chef per una notte

Cristina Faletti e Bruno Draicchio. Sono loro i vincitori rispettivamente dei due speciali «Vivi Dolce Express» e «La cultura del caffè».

Per lo speciale sostenuto da Coop, Cristina si è aggiudicata il primo posto con la ricetta «Sbriciolata alla frutta» (in fotografia), una «torta rustica, con ingredienti semplici e con tantissima frutta», come la stessa autrice descrive il proprio dolce.
La richiesta dello speciale era chiara: un dolce veloce, buono e giusto e Cristina ha centrato in pieno l’obiettivo. Secondo la giuria la sua è la preparazione che merita il primo posto. A Cristina, a questo punto, non resta che attendere il pomeriggio da trascorrere con la cake designer Giada Farina.
Anche per Bruno si prospetta un pomeriggio carico di consigli con Andrea Antonelli, quattro volte campione italiano baristi e LatteArt.

Il primo classificato dello speciale «La cultura del caffè», promosso e sostenuto da Trismoka, infatti, ha guadagnato il premio finale grazie alla preparazione «Aromi della fortuna», un timballo di riso, lenticchie, cotechino e, naturalmente un pizzico di caffè. Era infatti questo l’ingrediente necessario per partecipare allo speciale. In questo caso è stata premiata l’originalità degli accostamenti.

Here is a collection of places you can buy bitcoin online right now.

Le torte di Giada a Chef per una Notte: Speciale Vivi Dolce Express

14877079_10209293900598594_1733355677_n

ViviDolce Express – Dolci veloci, buoni e giusti” è la nuova iniziativa speciale dedicata alle ricette di dolci facili e veloci. Per partecipare, invia entro il 19 gennaio 2017 la ricetta di un dolce che possa essere realizzato in tempi rapidi (indicativamente 10-15′ di preparazione e massimo 20-25′ di cottura).

Al termine dell’iniziativa, potresti trascorrere un intero pomeriggio insieme a Giada Farina per scoprire tutti i segreti del cake design e della pasticceria.

Per farti ispirare, segui su Teletutto dal 9 novembre ogni mercoledì alle 18.30 le video ricette presentate da Le Torte di Giada!

Questa iniziativa, tramite i dolci “giusti”, vuole promuovere i valori di Coop che propone ai suoi consumatori linee di prodotti biologici, equo-solidali e provenienti dai territori liberati dalla mafia.”

Come fare? Basta un semplice click! Registratevi al sito http://gusto.giornaledibrescia.it/ e inviateci la vostra ricetta entro il 19 gennaio 2017. Un’apposita giuria valuterà la migliore e il vincitore potrà trascorrere un intero pomeriggio con Giada per conoscere tutti i segreti del cake design!
Per il regolamento dettagliato, cliccate qui! (LINK)

Here is a collection of places you can buy bitcoin online right now.

Le torte nuziali di Giada fanno tendenza!

Cari amici,
Siamo lieti di annunciarvi che  Zankyou Magazine, la rivista del settore matrimoni più letta al mondo, ha inserito Giada tra le cake designer più influenti e creative in ambito wedding! Leggiamo cosa dicono di noi!

Spirito hipster per Le Torte di Giada

Una visione a 360 gradi per la nostra amica Giada Farina de Le Torte di Giada. “Molto eterogeneo il panorama nel mondo del cake design del 2017. Ancora molto richieste lenaked cake e le red velvet, ovviamente il più “natural” possibile, senza pasta di zucchero né troppi orpelli. Sono stili ispirati ai matrimoni Hipster di oltreoceano; vanno per la maggiore anche torte formate da cupcakes, e quelle a piani ma stavolta con iniziali importanti. Evviva il lettering! Sempre dall’America stanno arrivando anche da noi le torte in oro o argento molto scenografiche e di grande effetto.

Ringraziamo tantissimo lo staff per questa enorme sorpresa e vi invitiamo a visitare il loro sito!

badge_green_it

 

Nuova collaborazione con il ristorante stellato LoRo di Trescore Balneario

Siamo lieti di annunciarvi che Le Torte di Giada hanno iniziato una collaborazione con il ristorante stellato LoRo, di Trescore Balneario (BG).  Realizzeremo torte di cake design di altissima qualità in occasione di banchetti, eventi e cerimonie.
Ma come è avvenuto questo fatidico incontro?
Semplice! Tempo fa abbiamo creato la torta, che vedete in questo articolo, per un cliente super speciale del ristorante Loro. I proprietari e il responsabile del locale sono venuti così a conoscenza della maestria della nostra Giada e, dopo aver valutato l’effettiva qualità delle sue opere, hanno richiesto una collaborazione esclusiva con noi.
Noi de Le torte di Giada siamo estremamente orgogliosi di questa nuova collaborazione, e ci impegneremo al massimo per creare torte belle da vedere e buone da assaporare!

image-03-07-16-04-36

image-03-07-16-04-36-1

Una torta dal sapore vintage

He got friendly, holding my hand
She got friendly down in the sand
He was sweet just turned eighteen
Well, she was good you know what I mean

Summer heat, boy and girl meet
But, oh, oh, the summer nights…

(Summer Nights, Grease, 1978.)

Così, in un estate di tanti, troppi anni fa, cantavano spensierati Olivia Newton John e John Travolta. Quasi quarant’anni dopo l’uscita di Grease (gulp!), l’atmosfera degli anni Cinquanta ritorna prepotentemente nella moda di quest’anno. Le boutique sono costellate di gonne a ruota dai colori vivaci, impalpabili camicette e scarpette di vernice, il make up propone rossetti intensi e occhi messi in risalto da un’aguzza linea di eye-liner.
Anche l’arredamento non ha fatto orecchie da mercante di fronte a questa nuova tendenza. Quasi ovunque fanno capolino divani in pelle dai colori tenui, accompagnati magari da tavolini metallici molto simili a quelli che compaiono in telefilm cult dell’epoca come Happy Days.  Molti complementi d’arredo sono delle mere riproduzioni, ma c’è chi passa al setaccio i mercatini dell’usato alla ricerca del pezzo unico da inserire nella propria dimora. I più fortunati, comunque, sono proprio quelli che possono attingere dalle soffitte di famiglia, restaurando ciò che trovano per conferire un tocco più glamour.

Fonte: Desainer

Estate dal sapore retrò, dunque. Quindi perché non coniugare la rusticità delle grigliate, tipiche di questo periodo, con l’eleganza degli anni Cinquanta?
Basta davvero poco: simpatici piatti a pois disposti su una candida tovaglia, accompagnati da bicchieri tinta unita, oppure la classica tovaglia da picnic a quadretti bianchi e rossi sormontata da immacolate stoviglie.  Oppure, al contrario, osate completamente: avete ereditato qualche piatto spaiato dalle mamme e dalle nonne? Niente paura: disponeteli con maestria sulle vostre tavole, conferendo loro un effetto finto-trasandato ed estremamente chic. Giocate un po’ con i colori, ma senza mai esagerare: basta una sola tonalità per rendere unica la vostra tavolata.  Incantate i vostri ospiti, ma state attenti a non abbagliarli.

L’incombenza del menù principale la lasciamo a voi, noi de Le torte di Giada vi proponiamo la ricetta di una torta dal sapore un po’ vintage, che noi abbiamo scelto di decorare con dei coloratissimi macarons.  Se cercate altre ricette, vi rimandiamo a questo articolo di Dalani (LINK), dove troverete tutte le indicazioni per cucinare deliziosi banana-split e Iced Coffee con cui rinfrescare i vostri ospiti.

torta vintage le torte di giada cake design

INGREDIENTI 
Base rossa

220 g di farina tipo 00
180 g di yogurt bianco intero
85 g di burro a temperatura ambiente
3,5 g di aceto di mele
225 g di zucchero semolato
un uovo e un tuorlo
colorante rosso in gel q.b.
un cucchiaino di estratto naturale di vaniglia
8 g di cacao amaro
un pizzico di sale
4 g di bicarbonato

Crema per la farcitura

250 ml di latte intero
225 g di burro a temperatura ambiente
50 g di farina tipo 00
un cucchiaino di estratto naturale di vaniglia
200 g di zucchero semolato

PROCEDIMENTO

Montate il burro morbido con lo zucchero fino a ottenere un composto liscio e gonfio. Aggiungete le uova a temperatura ambiente e, sempre sbattendo con le fruste elettriche, unite anche la vaniglia, il cacao setacciato e il colorante. Quando avrete ottenuto un impasto omogeneo e dal colore rosso intenso incorporate anche lo yogurt miscelato con il sale alternandolo con la farina setacciata.
Sciogliete il bicarbonato nell’aceto e aggiungeteli all’impasto. Distribuite l’impasto in uno stampo circolare di 18 cm imburrato e infarinato e cuocete a 180 gradi per 25-30 minuti. Sfornate la base rossa e fate raffreddare.
Nel frattempo preparate la crema alla vaniglia. Scaldate il latte e aggiungete la farina setacciata, fate sobbollire per una decina di minuti mescolando con una frusta a mano. Una volta addensata, togliete la crema dal fuoco e fatela raffreddare coperta da pellicola.
Montate il burro morbido con lo zucchero e la vaniglia, unitevi la crema ormai fredda e farcite due strati di torta lasciandone da parte un terzo per la copertura.
Ricoprite la superficie della torta con la crema rimasta e decorate con le briciole della base rossa che avrete ricavato dal taglio dei dischi.
Conservate in frigorifero.
Decorate a piacere con macarons o scaglie di cioccolato.

Servite in tavola al termine della cena. Ora chiudete gli occhi e inspirate il suo dolce profumo: non vi sembra di essere stati catapultati, come per magia, nell‘high school di Sandy e Danny o di essere seduti al tavolo dell’Arnold’s insieme a Fonzie?

Autrice: Tiziana Serena