Barocche, minimal, coloratissime, candide. Ed ancora a strati, monoporzione, con creme e frutta o al cioccolato. Ricoperte di pasta di zucchero, “nude”, “decadenti”. Tutti aggettivi che riportano al multiforme e vario mondo delle torte nuziali. Chi può resistere ad un succulento boccone di sofficità e delicatezza? Chi non rimane in estasi dinanzi a piani e piani di eburnea bontà?

Le torte nuziali devono seguire temi, stili e colori scelti dagli sposi. Devono seguire il fil rouge delle decorazioni, dei fiori e dell’outfit degli sposi. E ricordare, perché no, anche il “complesso” floreale del bouquet da sposa…

Leggi l’articolo completo sul sito Zankyou